L’AUTOLESIONISMO

Si parla di autolesionismo quando una persona si causa del male in modo deliberato, ripetitivo, impulsivo ma non letale. Le modalità più frequenti sono: tagliarsi, graffiarsi, strapparsi croste o interferire con la guarigione di ferite, bruciarsi, pizzicarsi, provocarsi infezioni, inserire oggetti in ferite, procurarsi lividi e ferite, strapparsi i capelli, sbattere la testa o altre parti del corpo contro il muro, e altre forme di dolore fisico auto inflitto.

Leggi

Il Carattere Orale

La riluttanza ad accettare la necessità di lavorare è caratteristico del carattere orale, la convinzione di essere stati defraudati dai propri diritti infantili fa passare loro la vita cercando di recuperare l’eredità perduta, tutto ciò traduce un intimo senso di privazione.

Leggi
Dott.ssa Monica Di Girolamo
Invia via WhatsApp